GIORGIO DRASLER

L’installazione “WHISPERING WOOD” vuole essere una narrazione di un “situazione” che si svolge in un angolo di bosco, un dialogo fitto che proviene da esseri non visibili se non attraverso le loro parole onomatopeiche

fisicamente sospese tra gli alberi ed i rami. Il tono ed il senso della narrazione/dialogo può variare, dal “misterioso” al “surreale”, dal “divertente” al “gioioso”, dall’“umano” all’”animale” od un misto di questi ultimi due, dal “delicato sussurro” al “forte chiasso” o “altro a piacere”.

L’opera deve dare la sensazione di un’immersione imprevista ed interessante tra entità che si esprimono con onomatopee capaci di suggerire un contesto di emozioni visibili solo attraverso il gergo dei fumetti che tutti conoscono. Una situazione viva, da “ascoltare”, particolarmente suggestiva verso l’imbrunire. Propenderei per il “delicato sussurro” del bosco, lieve e pregnante allo stesso tempo, costituito da 6-8 onomatopee ad avvolgere gli astanti.
I materiali, tutti naturali, possono essere recuperati sul luogo. Le lettere sono formate da legni irregolari rettilinei, scortecciati e levigati, volendo verniciati con la calce per esaltare l’effetto esclamativo e visivo delle parole. Questi vengono poi legati con corda a formare ogni singola lettera, assemblati per parola ed appesi a varie altezze e profondità, sempre con corda sottile.

Per concludere, l’artista Giorgio Drasler, ha pensato ad una sorta di tavola dei fumetti che si svolge al buio, dove solo le parole/suoni/emozioni sono visibili e creano la suggestione del contesto e situazione a cui lo spettatore assiste.

GIORGIO DRASLER
(UDINE – ITALIA)

Vive e lavora a Fagagna, Udine. Dopo gli studi di Ingegneria ed Organizzazione Aziendale, si dedica come libero professionista al design sia come progettista che come analista del linguaggio degli oggetti, collaborando con altri designer, artisti e uomini di marketing e comunicazione. Diversi i campi di intervento aggiuntivi, tra i quali graphic concept, architettura d’interni, exhibition design, art direction e branding.
Diverse le partecipazioni negli anni mostre legate al design (Fuorisalone Milano, Gallerie d’Arte) ed alla Site Specific Art.

Share this post